Blog, Musica

La più bella canzone

Porto a spasso la mia vecchia cagnolona Lou da parecchio tempo, la domenica o comunque quando posso; le aggancio il guinzaglio e faccio una passeggiata di circa mezz’oretta. Nel mentre ne approfitto per parlarle ricapitolando qualche pensiero oppure ascolto musica che, soprattutto negli ultimi tempi, è molto cambiata. E’ chiaro che sono cambiato io, che dopo gli ‘anta’ i gusti musicali possono mutare..So già tutto, non è questo il punto. Del resto sono anche stanco di dire che ho 45 anni. Li ho, per il momento li vesto abbastanza bene, non ho di che lamentarmi e per alcuni [svariati, a dire il vero] versi preferisco averne 45 che non 20.

Oggi passeggiavo con la suddetta cagnolona e ho impostato su Spotify una playlist jazz. Non ho mai capito niente di jazz, ma mi fido di quanto diceva quel gran drittone di mio nonno che invece di musica se ne intendeva eccome: “Se trovi qualcuno che si dice esperto di jazz vattene di punto in bianco. Se non puoi andartene di punto in bianco, comunque non ascoltare quel che dice”. Tutto quello che so di questa musica ha a che fare con Chet Baker, Miles Davis, Charlie Parker e pochissimo altro: per il resto ascolto pezzi a random, selezionando quello che mi piace per la mia playlist e saltando il resto.

Oggi Spotify mi ha fatto un regalo bello grosso, facendomi conoscere Joni Mitchell. Certo che so chi è, ma non sapevo, non potevo immaginare che fosse questo.

E’ partita questa canzone, ‘Both sides now‘, e mi sono dovuto fermare: letteralmente bloccato in ogni movimento. Ho dovuto sedermi, addirittura, e sono rimasto così, fermo col mio cane, fino alla fine della canzone.

Che non è solo una canzone. E’ la canzone più bella.

Ora non ho la pretesa che sia così per tutti, però davvero, provate ad ascoltarla e ad intenderne anche il testo ed il senso: c’è tutto quanto.

Ho vissuto 45 anni senza averla mai incontrata, senza mai ascoltare davvero Joni Mitchell, e questa cosa mi spiace da morire.

Ma ho tempo per recuperare, e intendo farlo.

 

Rows and flows of angel hair
And ice cream castles in the air
And feather canyons everywhere
I’ve looked at clouds that way
But now they only block the sun
They rain and snow on everyone
So many things I would have done
But clouds got in my way
I’ve looked at clouds from both sides now
From up and down and still somehow
It’s cloud’s illusions I recall
I really don’t know clouds at all
Moons and Junes and ferries wheels
The dizzy dancing way you feel
As every fairy tale comes real
I’ve looked at love that way
But now it’s just another show
You leave ‘em laughing when you go
And if you care, don’t let them know
Don’t give yourself away
I’ve looked at love from both sides now
From give and take and still somehow
It’s love’s illusions I recall
I really don’t know love at all
Tears and fears and feeling proud,
To say “I love you” right out loud
Dreams and schemes and circus crowds
I’ve looked at life that way
But now old friends they’re acting strange
They shake their heads, they say I’ve changed
Well something’s lost, but something’s gained
In living every day.
I’ve looked at life from both sides now
From win and lose and still somehow
It’s life’s illusions I recall
I really don’t know life at all
I’ve looked at life from both sides now
From up and down, and still somehow
It’s life’s illusions I recall
I really don’t know life at all

CC BY-NC-ND 4.0 La più bella canzone by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.