Blog

L’importanza di chiamarsi Ricky [e non Checco]

Sono un fan di Ricky Gervais, questa è la premessa.

Ieri sera, dopo aver tenuto in caldo sulla mia lista Netflix il nuovo show di Gervais, finalmente ho potuto guardare lo stand Up di cui molti stanno parlando, soprattutto all’estero.

Si intitola Humanity ed è uno show molto semplice con una scenografia minimale: c’è solo lui, Ricky Gervais, che costruisce uno show toccando vari temi e demolendo letteralmente molti degli stereotipi di cui sono impregnati questi nostri assurdi tempi.

Gervais ha una capacità comica che rasenta la perfezione, una tecnica assoluta e soprattutto una linguaccia in grado di stendere chiunque.

In un paio di occasioni mi sono venute le lacrime dal ridere.

Ve lo consiglio molto caldamente [potete vederlo qui].

Vi chiederete il perché del titolo, ma forse no perché penso abbiate capito benissimo.

CC BY-NC-ND 4.0 L’importanza di chiamarsi Ricky [e non Checco] by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.