Blog

SignoraMia contro la tempesta perfetta





Ah! Dabùn? [Ah! Veramente?]
Inizia invariabilmente così l’intromissione di SignoraMia nelle discussioni altrui.
Due signori discutono di crisi economica, modelli finanziari e altre amenità ignari di essere sotto la lente di SignoraMia, che sferra il suo attacco dopo un “Eh sì, è stata proprio la tempesta perfetta”.
Ah! Dabùn?
Faccio solo un piccolo riassunto dei punti citati dai due signori dei quali ignoro la competenza finanziaria; l’unico segnale in tal senso tutti era una copia del Sole 24 ore, nel caso ciò abbia un qualche significato.
Questi i punti toccati:

  1. Keynes e le sue teorie economiche che in caso di crisi andrebbero applicate senza esitazioni.
  2. I ‘testi sacri’ (uno dei quali del sopra citato Keynes) che vanno a.s.s.o.l.u.t.a.m.e.n.t.e. letti sono di Samuelson/Nordhaus  – Blanchard e Krugman. (Ei me li ricordo perchè sono attento e scattante quando c’è SignoraMia nelle vicinanze. E ho uno smartphone)
  3. La coperta è troppo corta: se tiri da una parte scopri dall’altra: il Governo non può fare molto a causa della Troika
  4. E’ stata una tempesta perfetta.
Di seguito, la lectio magistralis:
“Scutème, masnà [Ascoltatemi, pischelli], ve la spiego io cos’è la tempesta perfetta: è quando sei una ragazzina di 5 anni che si sveglia per le urla della mamma e delle sirene, che viene presa in braccio, e mentre viene portata in cantina vede dalle finestre del pianerottolo le luci che illuminano le bombe. E’ quella roba lì la tempesta perfetta: quando in cantina vedi i veciu [anziani] che tiran fuori le carte e una bottiglia di grignolino annacquato e tiran di scopa aspettando che la notte passi senza che il soffitto crolli. E’ quando speri che le bombe non colpiscano te, e ti rendi conto che speri proprio che colpiscano qualcun altro, chè tanto qualcuno devon colpire”
Manco a dirlo uno dei due signori abbozza una difesa di ufficio. Cassato.
“Eccolo qui il testo sacro, a proposito”, dice estraendo uno scontrino. “Diteglielo un po’ al tipo del west (Presumo si riferisse a Keynes) che qui sopra c’è scritto che la roba aumenta e le pensioni diminuiscono. E se il mio povero marito fosse ancora vivo, andrebbe al mercato col forcone.
E comunque a me le volgarità non piacciono, ma ‘sta cosa della troika è tutto un modo per metter fumo negli occhi, perchè le regole son sempre state quelle: se la coperta è troppo corta c’è solo una cosa che si deve fare”.
Ciò detto, la signora si volta e si avvia verso l’uscita posteriore. Così, prendendo il coraggio a mille mani, uno dei due chiede: “E…Che si deve fare?”
“Tirar su le ginocchia, no? Badòla [Scemo]”

CC BY-NC-ND 4.0 SignoraMia contro la tempesta perfetta by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

3 pensieri su “SignoraMia contro la tempesta perfetta

  1. Cmq il tipo del west direbbe alla Signora Maria che si sta sbagliando, se controlla bene gli scontrini la roba non aumenta. E la pensione (per lei) non diminuisce. mentre per chi non ce l'ha ancora, si'!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.