Blog

Giancarlo

Leggo un articolo su La Stampa, e vengono in mente cose.

Stasera Gianca? Nodài, c’è troppo casino. Ma ho voglia di casino. La birra, annusala: si mischia all’odore che sale dal fiume, si mischia al sudore di dentro. La gente, guardala: da dove viene? Chi sono? Cosa saranno? Pensieri da canna. Stasera magari ci sono i Sonica, andiamo? Andiamo. Oh guarda chi c’è! Le ragazze. Gli amici. Gli scazzi, tanti. Mi ha lasciato così, senza nemmeno ciao, ‘sta stronza. Ci mettiamo insieme? Ma davvero Paolo Villaggio? Sono ubriaco, mi porti a casa? Cazzo dici: è qui casa. Un altro giro? Non ho soldi. Pago io dai, stanotte è troppo bella.

Stanotte è troppo bella.

Stanotte è davvero troppo, troppo bella.

DJ set chi? Ma non metteva i disci allo Studio2? Oh quelli pensa che vengono da Milano. Per forza, a Milano non c’è un cazzo. Hai una siga? Si ma l’accendino si chiama Pietro, eh? Bacardi e coca, Corona per scendere un po’ anche se si dovrebbe salire, ma fa un caldo qui dentro. È caduto un tipo nel fiume? Non ho visto, stavo a sentire il tipo che cantava le sue poesie. Minchia ‘sto fumo è da galera. Stanotte non ne esco vivo, io te lo dico. Un tizio mi ha toccato il culo ma non ho detto niente, perchè stanotte è troppo bella per finire male.

Stanotte è troppo bella.

Stanotte è davvero troppo, troppo bella.

CC BY-NC-ND 4.0 Giancarlo by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.