Blog

Bambini cadaveri al bar sport

Il menu del Bar Sport di oggi prevede:

  1. Cadavere di bambino riverso sul bagnasciuga
  2. Opportunità della pubblicazione della suddetta immagine [meta menu, volendo]

Dico semplicemente di no al punto 2.

Non è opportuno, perché lo banalizza.

Non è opportuno perché non è vero, ma proprio per niente [dovrei dire ‘proprio per un cazzo’] che scuoterà le coscienze. farà accapponare la pelle, poi tutti dietro alle proprie faccende dopo averla naturalmente condivisa su Facebook.

Non è opportuno perché non induce ad alcuna riflessione intelligente; punta alla pancia, e con la pancia non si possono determinare che politiche di pancia: muri alzati, ruspe invocate, cazzate in genere.

Non è opportuno perché un bambino ha dei diritti, anche da morto.

Non è opportuno perché di quell’immagine tra un mese non rimarrà che uno sbiadito ricordo [no, non diventerà come l’effigie del Che: nessuno ne farà una maglietta, credo. Spero] e non è giusto. Non è giusto.

L’unica cosa che dovrebbe emergere per noi comuni mortali insieme a quel corpo è la consapevolezza che, al netto delle politiche, dell’Europa assurda in cui viviamo, delle destre e delle sinistre, noi abbiamo avuto culo. Culo, sì. Non c’è nessun merito nell’essere nati al di qua dell’inferno da cui viene quel corpo.

Non la pubblico, non la condivido, e penso al suo papà e alla sua mamma.

 

P.S. Ho molti amici che l’hanno pubblicata e condivisa e non li biasimo affatto. Ho detto la mia e stop.

CC BY-NC-ND 4.0 Bambini cadaveri al bar sport by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

2 pensieri su “Bambini cadaveri al bar sport

  1. eh. io invece un po’ li ho biasimati. che non significa ricusare. ogni tanto penso che sarebbe necessario togliere la polvere al pudore. almeno un po’. ma io sono nato nel secolo scorso.

  2. Non condivido e lo sai. Ma ci mancherebbe, è la tua opinione.
    sul culo che abbiamo (avuto) sottoscrivo, anche se forse non ce lo ricordiamo abbastanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.