Blog

La so io! (& God save the Queen)

Tedio social a livelli mai visti per la dipartita di Sua Maestà Elisabetta II.

In casi come questo si assiste a tre tipi di comportamento che, invariabilmente, corrispondono a tre tipi di persone:

  • Mi sento partecipe di un evento straordinario, là dove la straordinarietà non è la morte ma il personaggio che ne viene colto
  • Non mi sento partecipe, la questione non mi riguarda né interessa, sono autenticamente disinteressata/o

E poi c’è ‘sta cosa qui:

Questo è il tipico sottoprodotto social, quello che va per la maggiore: non me ne frega niente MA.

MA lo dico, MA faccio un’analisi spiccia sulla vita del defunto, Ma spruzzo un po’ di qualunquismo che male non fa.

Invece male fa, perché il tweet del figlio del noto e ben più talentuoso attore italiano è la voce di tutti quelli che mentono a sé stessi quotidianamente ostentando un disinteresse che non è reale. Perché non puoi ostentare il disinteresse: il disinteresse è assenza, vive nell’ombra degli avvenimenti e nel momento in cui vede la luce si trasforma in un interesse da bambinetto che alza il braccio in classe e dice “La so io! La so io!”

Da 1 a 10, quanto vi stava sul culo quel bambino che in classe alzava il braccio?

CC BY-NC-ND 4.0 La so io! (& God save the Queen) by Collateralmente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.